tema area amministrazione e uffici

Protezione Civile

CONSIGLI PER L’AUTOPROTEZIONE

IN CASO DI ALLUVIONE

LA DICHIARAZIONE DI STATO DI ALLERTA METEO DA PARTE DEL SETTORE REGIONALE PROTEZIONE CIVILE ED EMERGENZE E’ RESA PUBBLICA ATTRAVERSO:

  • 1. IL LAMPEGGIO DEL DISPOSITIVO REGIONALE POSIZIONATO SULLA PARTE DELL’EDIFICIO SCOLASTICO(VIA LUIGI MERELLO)E IL PANNELLO A MESSAGGIO VARIABILE LUMINOSO SITO ALL'INGRESSO DEL CIMITERO URBANO;
  • 2. ESPOSIZIONE DEL DECRETO PREFETTIZIO DI ALLERTA METEO SULLA PORTA COMUNALE;
  • 3. AVVISO TRAMITE MEGAFONO DA PARTE DEGLI OPERATORI DEL COMANDO DI POLIZIA MUNICIPALE.

IN TALE CIRCOSTANZA OGNI CITTADINO PUO' CONTRIBUIRE EFFICACEMENTE ALLA RIDUZIONE DEL RISCHIO ALLA SUA PERSONA ED AI SUOI BENI APPLICANDO ALCUNE SEMPLICI AZIONI DI AUTOPROTEZIONE.

 

ANZITUTTO E’ NECESSARIO RICORDARE CHE L’ALLERTA METEO VIENE DIFFUSA DALLA PROTEZIONE CIVILE SOLO QUANDO SUSSISTONO INCONTESTABILI EVIDENZE CHE PREANNUNCIANO UN ELEVATISSIMO LIVELLO DI PROBABILITA’ CHE SI GENERINO CONDIZIONI METEREOLOGICHE TALI DA INDURRE EFFETTI AL SUOLO IN GRADO DI CONDIZIONARE LA SICUREZZA DI PERSONE E COSE IN CONSEGUENZA DI ALLAGAMENTI, INONDAZIONI E FRANE.

 

L’AVVISO DI ALLERTA METEO E’ DIFFUSO CON LARGO ANTICIPO RISPETTO ALL’INIZIO DELL’EVENTO ED IN QUEL CASO IL CITTADINO DEVE ATTIVARSI UTILMENTE PER SE’ E PER GLI ALTRI DIFFERENZIANDO LE PROPRIE AZIONI IN RAGIONE DEI TEMPI E PRECISAMENTE:

 

PRIMA DELL’EVENTO:

  • PORRE PARATIE A PROTEZIONE DEI LOCALI SITUATI AL PIANO STRADA O SOTTO DI ESSO;
  • SALVAGUARDARE I BENI IMMOBILI COLLOCATI IN LIVELLI ALLAGABILI;
  • PORRE AL SICURO LA PROPRIA AUTOVETTURA IN ZONE NON RAGGIUNGIBILI DALL’ALLAGAMENTO/INONDAZIONE E NON UTILIZZARE L’AUTOMOBILE;
  • NON SOGGIORNARE AI LIVELLI INONDABILI;
  • PREVEDERE IPOTESI ALTERNATIVE AL PIANO DI ATTIVITA’ GIORNALIERO IN FUNZIONE DELLA POSSIBILE EMERGENZA;
  • PRESTARE MASSIMA ATTENZIONE ALLE INDICAZIONI FORNITE DALLA PROTEZIONE CIVILE ANCHE PER QUANTO RELATIVO ALLA SOSPENSIONE PREVENTIVA DEI PUBBLICI SERVIZI COMPRESI QUELLI SCOLASTICI.
  • VERIFICARE CON ATTENZIONE LE MAPPE DI RISCHIO DISPONIBILI PRESSO IL COMUNE.

 

DURANTE L’EVENTO:

  • 1. NON TRANSITARE E SOSTARE SU PONTI E PASSERELLE ED IN VICINANZA DEI CORSI D’ACQUA;
  • 2. ABBANDONARE LA VIABILITA’ A FORTE PENDENZA;
  • 3. EVITARE LE ZONE DEPRESSE E NON ATTRAVERSARE AREE GIA’ ALLAGATE;
  • 4. RINUNCIARE A METTERE IN SALVO QUALUNQUE BENE E TRASFERIRSI SUBITO IN AMBIENTE SICURO (ES: AL PIANO SUPERIORE);
  • 5. NON TENTARE DI RAGGIUNGERE COMUNQUE LA PROPRIA DESTINAZIONE MA CERCARE RIPARO PRESSO ZONE E FABBRICATI SICURI;
  • 6. NON METTERSI IN MOVIMENTO PER NESSUNA RAGIONE AL FINE DI LIMITARE IL GRADO DI ESPOSIZIONE AL RISCHIO;
  • 7. PORRE MASSIMA ATTENZIONE ALLE COMUNICAZIONI EMESSE DALLE AUTORITA’ PER QUANTO RELATIVO ALLA IDENTIFICAZIONE DELLE AREE GIA’ INTERESSATE DALL’EVENTO ALLUVIONALE AL FINE DI EVITARLE;
  • 8. NON USARE IL TELEFONO SALVO CHE PER LE COMUNICAZIONI DI EMERGENZA DA INDIRIZZARE PRIORITARIAMENTE AI VIGILI DEL FUOCO ED ALLA POLIZIA MUNICIPALE;
  • 9. NON ABBANDONARE LA ZONA DI SICUREZZA PRIMA CHE SIANO CESSATE LE CONDIZIONI DI PERICOLO.

CHI FOSSE DISPOSTO A PARTECIPARE ALLA COSTITUZIONE DI UN GRUPPO DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE (VPC) PUO' CONTATTARE IL COMANDANTE DI P.M. AL NUMERO: 0185/2505223