tema area amministrazione e uffici

Tributi

PAGAMENTO SALDO TARI SCADENZA : 21 DICEMBRE 2020

Entro mercoledì 16 DICEMBRE 2020 dovrà essere pagata la rata di saldo dell’IMU 2020 applicando le aliquote approvate con deliberazione Commissariale di Consiglio n. 7 del 30/06/2020 nonché con le modalità previste dal regolamento approvato con deliberazione Commissariale di Consiglio n.15 del 11/09/2020 per le seguenti fattispecie:

A) Aliquota dello 0,50%: Abitazioni principali cat. A1 - A8 - A9 (detrazione € 200,00) COD. TRIBUTO 3912 e per le relative pertinenze: per tali si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie C/6 (box o posto auto), C/2 (cantina, soffitta, solaio), C/7 (tettoie chiuse o aperte), nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna  delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo e quindi per un massimo di tre immobili pertinenziali.

B) Aliquota dello 0,86%:  Immobili ad uso abitativo (di categoria da A/1 ad A/9) locati con contratto registrato (esclusivamente le tipologie di contratti 4+4 o 3+2) a persone residenti nell’unità immobiliare. L’applicabilità dell’aliquota suddetta è limitata al periodo temporale in cui la persona diversa dal proprietario risulti anagraficamente residente nell’unità immobiliare.

C) Aliquota dello 0,58%: Immobili ad uso abitativo (di categoria da A/1 ad A/9) concessi in comodato d’uso gratuito, con contratto registrato, a parenti di 1° grado in linea retta che le utilizzino come abitazioni principali.
L’applicabilità dell’aliquota suddetta è limitata al periodo temporale in cui la persona diversa dal proprietario risulti anagraficamente residente nell’unità immobiliare.

Ai sensi dell’art. 1 comma 747 lettera a) della legge 27/12/2019, n. 160, la base imponibile è ridotta del 50%  per le unità immobiliari, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado (genitori/figli) che le utilizzino come abitazione principale, a condizione che il contratto sia registrato e che il comodante possieda un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso comune in cui è situato l'immobile concesso in comodato. Il beneficio si applica anche nel caso in cui il comodante oltre all'immobile concesso in comodato possieda nello stesso comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle unità abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9; in caso di morte del comodatario, il beneficio si estende al coniuge di quest’ultimo in presenza di figli minori.
Ai fini dell'applicazione delle disposizioni del presente comma, il soggetto passivo attesta il possesso dei suddetti requisiti nel modello di dichiarazione di cui all'articolo 9, comma 6, del Decreto Legislativo 14 marzo 2011, n. 23.

Alle pertinenze delle fattispecie di cui ai punti B) e C) si applica l’aliquota del 1,06 %

D) Aliquota dello 0,86%: Immobili di proprietà di contribuenti iscritti all’A.I.R.E. (anagrafe degli italiani residenti estero) a condizione che l’immobile sia l’unico posseduto su tutto il territorio nazionale e non sia locato o concesso in comodato d’uso;

E) Aliquota dell ’ 1, 06%:

1) Immobili ad uso abitativo di categoria da A/1 ad A/9:
    - non locati;
    - tenuti a disposizione;
    - locati e/o concessi in uso o comodato a persone non residenti anagraficamente nell’unità immobiliare;

2) aree fabbricabili;

Aliquota dell’ 1,06%: tutti gli immobili per i quali non è prevista un’aliquota specifica.

 

PER TUTTI GLI IMMOBILI SOPRA INDICATI L’IMU SI VERSA SOLO AL COMUNE – COD. TRIBUTO 3918

 

IMMOBILI APPARTENENTI AL GRUPPO CATASTALE D:

Aliquota dello 0,90% (0,76% Stato+ 0,14% Comune): Immobili di cat. D/2 (Alberghi) CODICE TRIBUTO 3925 Stato e 3930 Comune

(vedi però paragrafo “Esenzioni”)

Aliquota dello 0,76 % (solo Stato):  Tutte le altre fattispecie di immobili cat. D - CODICE TRIBUTO 3925 Stato (vedi però paragrafo “Esenzioni”)

 

ESENZIONI

1) In considerazione degli effetti connessi all'emergenza epidemiologica da COVID-19, per l'anno 2020, non è dovuta la seconda rata dell'imposta municipale propria (IMU) relativa a:
a) immobili adibiti a stabilimenti balneari;
b) immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e relative pertinenze, immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitata.

2) Esenzione dal pagamento I.M.U. dei terreni agricoli, ricadenti in aree montane, prevista dalla lett. h) del co 1 dell’art. 7 D.Lgs. 1992, n.504, che si applica sulla base dei criteri individuati dalla circolare del MEF N. 9 del 14/06/1993;

3) Esenzione dal pagamento I.M.U. dei fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita fintanto che permanga tale destinazione e risultino in ogni caso non locati. L’agevolazione ai fini I.M.U. è subordinata alla presentazione di una dichiarazione a pena di decadenza entro il termine del 30 Giugno dell’anno successivo al verificarsi dell’evento.

 

I PAGAMENTI DOVRANNO ESSERE EFFETTUATI UTILIZZANDO ESCLUSIVAMENTE IL MODELLO DI DELEGA BANCARIA “F24” SULLA  BASE  E  SECONDO  LE  MODALITÀ  PREVISTE  DALLA  RISOLUZIONE  DELL’AGENZIA  DELLE  ENTRATE  N.  35/E  DEL 12/04/2012.

Il codice Comune da indicare sul modello F24 per il Comune di ZOAGLI è M182

Se quello che cercate non è qui, per favore segnalatelo all’Ufficio Competente: provvederemo a metterlo in linea, se disponibile, al più presto.

Il servizio tributi è a disposizione per eventuali chiarimenti nei giorni martedì e giovedì dalle ore 10.00 alle 12.00 e telefonicamente dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30, escluso l’orario di ricevimento.
Telefono Ufficio tributi 0185.2505231

Mail:  tributi@comune.zoagli.ge.it

 

 IL CALCOLATORE ANUTEL  E' STATO ATTIVATO 

 

calcolo IMU


In allegato le delibere relative ad aliquote IMU e TASI